Le prove dell’abito da sposa, quanto tempo prima posso iniziare a farle? Ma soprattutto..come mi vesto? Aiuto!!

– ” Salve, mi chiamo Miriam, devo sposarmi nel 2018 e vorrei sapere come funzionano le prove dell’abito da sposa.” –

Due giorni fa mi arriva in Atelier questa dolce signorina con gli occhioni languidi che si guardava intorno spaesata. Miriam sposa a Settembre 2018, tra un anno più o meno, vive a Varese, ha poco tempo disponibile per organizzare le nozze e tante domande  sulle prove dell’abito da sposa, come tutte voi che adesso iniziate i preparativi per il vostro matrimonio, che sembrava già essere in ansia. 🙂

Alla fine della nostra chiacchierata Miriam ha anche scelto il suo abito e mentre mi abbraccia, andando via, mi suggerisce di scrivere una sorta di “vademecum della sposa”, ossia tutto quello che devi sapere prima di andare a provare gli abiti da sposa, per tutte le altre. Ti avevo già parlato in questo post di qualche tempo fa di  “Come funziona la prima misura dell’abito da sposa” , adesso vediamo un attimo quando è meglio farlo e che intimo indossare.

Sono piccoli consigli che spero ti siano utili e se hai domande da farmi contattami pure.

Puoi farlo dalla pagina Contatti di questo sito

oppure puoi cercarmi sulla Pagina Facebook Ateleba Sposa

o ancora sul profilo di Instagram @atelebasposa.

Sono ovunque, ti basta uno smartphone per contattarmi. Cercherò di risponderti al più presto.

 

Quanto tempo prima posso fare le prove per scegliere il mio abito da sposa?

Il momento più bello di tutti i preparativi delle nozze è quando ti guardi allo specchio con il tuo vestito.

Siete tutte così impazienti che un anno prima iniziano le telefonate per gli appuntamenti di prova, almeno qui, nel mio Atelier, ma sono certa che sarà così ovunque. La maggior parte delle ragazze non sta nella pelle e vorrebbe misurare il prima possibile, alcune hanno paura di non riuscire a trovare il modello più giusto o quello che le farà emozionare e questo le fa muovere per tempo. Così a Settembre inizia il giro di telefonate informative e di passeggiate all’interno degli atelier per iniziare a farsi un’idea di tutto quello che il mercato offre.

Quanto tempo prima puoi iniziare a provare dipende per lo più da te. Se ti senti pronta ad emozionarti inizia pure. Fino ad un anno prima va bene, sei mesi sono un tempo giusto, tre mesi prima in sartoria riusciamo a fare miracoli.

Abito Da Sposa Tattoo Ateleba Sposa Napoli

Abito Da Sposa Tatto Ateleba Sposa Napoli

Qui da noi, nel salone di Ateleba Sposa, puoi venire quando vuoi, a patto che prenoti un appuntamento di prova, abbiamo sempre disponibili circa 200 capi di campionario e le infinite combinazioni possibili tra modelli e stili danno vita a creazioni esclusive che vestono te, per quello che desideri essere nel giorno delle tue nozze. Non hai bisogno di adattarti. Non devi avere paura di non trovare l’abito giusto.

Qui sarà lui che trova te. Il tuo abito da sposa su misura nascerà dalle scelte che farai di tutti gli elementi che ti piacciono di ogni capo e se clicchi sul link potrai leggere come lavoriamo qui in sartoria.

Sarà semplice vedrai, più di quello che pensi.

L’unica cosa che dovresti fare prima di iniziare a provare i vari modelli è farti un’idea di quello che offre il mercato.

Già, il primo compito a casa tocca a te, noi possiamo aiutarti solo dopo che hai maturato qualche idea su quello che potrebbe piacerti o starti bene.

Parti subito da qui, si dal web, dove sei adesso.

Inizia a navigare su Google alla ricerca dei vari modelli, puoi scrivere nella barra di ricerca “abiti da sposa a sirena in pizzo“, oppure “abito da sposa tattoo” e se poi scrivi “abito da sposa su misura Napoli” magari trovi anche la mia sartoria e puoi leggere cosa è per me un vestito da sposa su misura, chissà. 😉

 

Abito da sposa scivolato in pizzo Napoli

Abito da sposa scivolato in pizzo Napoli

Se visiti le pagine delle Collezioni Sposa delle case di moda italiane ed estere ( quella nel link è la mia ) riesci ad avere una panoramica completa di tutto quello che offre il mercato, i nuovi modelli, le tendenze, i volumi, le scollature.

Dai uno sguardo a tutto, cerca di non avere preconcetti su volumi o lavorazioni, in ogni modello potresti trovare qualche cosa che ti piace e che vorresti avere. Cerca di capire cosa ti attira, quale modello pensi possa fare al caso tuo, che colore è adatto alla tua pelle, se ti piace il pizzo francese o la lavorazione in cristallo swarovski.

Decidi dove andare a provare e contatta il negozio o la sartoria, saranno loro a dirti quanto tempo prima puoi andare a provare gli abiti da sposa per scegliere il tuo, ma, in linea di massima, tutti ti accoglieranno a braccia aperte ed inizierà la tua avventura. Almeno noi facciamo così.

Come funziona la prova dell’abito da sposa? L’intervista nel salone di prova.

Ok ci sei. Ti hanno fatto accomodare nel salone di prova.

Sei alla tua prima volta, sei emozionata, timorosa e forse anche un po’ persa. Non sai dove guardare, ci sono fantastici abiti ovunque. Lo sguardo si perde e inizia la confusione, in un attimo non ti ricordi più niente.

Niente paura. L’addetta alla vendita ti farà una breve intervista, poche e semplici domande, che servono per capire cosa proporti. Che saranno tipo:

  • Sposi di mattina o di pomeriggio?
  • La funzione sarà religiosa o civile?
  • Hai già prenotato la location?
  • Sarà un matrimonio dallo stile classico o moderno?
  • Hai già un’idea del tuo abito da sposa?
  • Preferisci qualcosa di morbido e scivolato, facile da indossare o piuttosto un modello aderente e fasciatissimo?
  • Hai puntato ad una scollatura in particolare?
  • Le lavorazioni in cristallo ti piacciono?

E così via…hai preso nota..?

Le tue risposte sono fondamentali, altrimenti chi è alla vendita non sa da cosa partire, cosa proporti e tieni presente che più abiti vedi meno riesci a capire quale sia quello giusto. Dopo il terzo, quarto capo, una sposa non sa più cosa le piace, l’ideale è vederne pochi, ma che siano assolutamente rispondenti alle tue aspettative e desideri.

Una brava professionista non ti farà vedere mille capi, ma solo quelli che pensa sia perfetti per te.

Inizierai a guardarti allo specchio e finalmente l’immagine che avevi in mente inizia a concretizzarsi.

Abiti Da Sposa In Georgette Napoli

Abiti Da Sposa In Georgette Napoli

Il primo abito da sposa che indosserai è quello che ti darà la maggiore emozione. Sceglilo con cura. Misura direttamente quello che ti ha attirato subito, potrebbe essere quello giusto. Il sesto senso di una donna difficilmente sbaglia.

Solo quando avrai scelto il tuo abito ti verranno proposti gli accessori giusti. Potresti avere bisogno di un copri spalle per entrare in chiesa se l’abito è estremamente scollato, oppure di una mantella se hai scelto una sexissima sirena tattoo.

Per il velo ascolta quella vocina interna che ripete: -” Less is more..less is more..”

Alla fine della prova probabilmente avrai il tuo abito da sposa, la data della prima prova, un sorriso stampato sul viso ed i compiti da fare a casa per cercare l’intimo adatto, la scarpa più giusta, il make-up di tendenza, parlare col parrucchiere. Insomma sarai entrata anche tu nel vortice dei preparativi. Smile!

Come vestirsi per la prova dell’abito da sposa?

Sei una perfezionista di certo se ti stai facendo questa domanda. Ti abbraccerei! Qui parliamo di intimo e di abbigliamento giusti. Vediamo un po’..

  • Quale intimo indossare alla prova del vestito da sposa.

Sapessi quante volte il giusto reggiseno cambia l’aspetto che hai nello specchio. Indossi un vestito stupendo, magari con la scollatura omerale che ti fascia le braccia, il pizzo trasparente si accoccola sulle tue spalle, i fiori ti ricamano la schiena e..quella bretellina nera..non ti lascia apprezzare perfettamente il disegno.

  1. Se hai una taglia standard, dalla 38 alla 46 non avrai bisogno di alcun intimo contenitivo e la scelta può essere assolutamente di reggiseno e mutandina o perizoma.

I modelli che usi di solito andranno benissimo.

Metti il push-up più scollato che hai, se è quello che usi sempre e che ti da la forma di seno che preferisci; se sei abituata ad indossare il perizoma metti quello assolutamente.

L’importante è soprattutto il colore. No a nero e colori scuri. No a pizzi e stecche.

I corsetti steccati sono poco adatti, le stecche si vedono sotto molti capi ed il pizzo può creare un fastidioso rilievo che non ti lascerebbe apprezzare i tessuti dell’abito da sposa.

Avrai di certo a casa un reggiseno a balconcino color carne, senza pizzo o fiocchi, uno di quelli che indossi d’estate sotto le magliette più leggere, quello che sparisce e non lo vedi, ecco quello e se è anche a balconcino  è perfetto. Se non ne hai uno ti suggerisco di andare da Intimissimi a comprarlo, costa poco ( all’incirca tra i 20 ed i 30 euro ) e sarà un acquisto che userai mille volte, ma vuoi mettere la differenza che avrai nello specchio?

Se proprio vuoi essere perfetta puoi prendere anche un perizoma in lattice (quello che suggerisco a molte spose è della linea Fashino della Eurocorset, una produzione emiliana di altissima qualità, costa all’incirca 30 euro, ma è la perfezione assoluta, una seconda pelle in pratica, un po’ difficile da trovare, ma se contatti la casa madre cercandola su Google sono gentili e ti indicano il rivenditore più vicino a te ) o in microfibra ( più economico, va dai 5 ai 10 euro e lo trovi ovunque, lo producono tutti i brand ), color carne, che sparirà anche sotto gli abiti più fasciati e potrai ammirarne tutta la linea.

  1. Se hai un seno particolarmente pesante il reggiseno più adatto alla prova degli abiti da sposa dovrà essere un balconcino sostenuto da stecca sotto seno, il famoso ferretto che ti si piazza nelle costole, scomodo, ma efficace.

Tra tutti i modelli attualmente presenti sul mercato uno dei migliori è il “Wonderbra Ultimate Strapless“, un push-up che sostiene senza bretelline e senza ferretto, sfruttando una tecnologia di sostegno ispirata alla forma delle mani, sostiene anche durante i movimenti perché è corredato di bande in silicone.

Esiste nel colore carne, detto beige dai francesi, ed ha un tale assortimento di misure da coprire quasi tutte le taglie.

Lo sai vero che i reggiseni hanno due misure?

Prima, seconda, terza e così via è la misura del torace, A, B, C, fino alla G sono le misure della coppa.

Adesso tu potresti avere un torace piccolo ed un seno grande, oppure al contrario un torace largo ed un seno piccolino, quindi dovrai trovare la misura che veste meglio il tuo seno e questo lo puoi fare solo misurando ed osservandoti allo specchio.

Ricordati però che potrebbe non essere adatto all’abito che sceglierai ed acquistalo solo se pensi di indossarlo anche sotto altri abiti, altrimenti rischi un acquisto inutile.

La scollatura e vestibilità del tuo abito da sposa avranno bisogno di un determinato intimo e sarà la professionista dell’atelier a suggerirti quale è il più adatto, ma questo avverrà solo dopo scelto ovviamente.

  1. Se hai una taglia forte, o conformata, l’intimo migliore per provare gli abiti da sposa è quello che usi di solito.

Reggiseno contenitivo o normale, con coppa a triangolo, o scollato a canotta, oppure un body, se generalmente ne indossi uno. Qualsiasi intimo tu indossi di solito e ti va bene con comodità sarà perfetto per le prove.

Preferisci solo colori chiari se non hai il colore nudo nei cassetti.

Non acquistare nulla mi raccomando, scegli prima il tuo vestito e poi lasciati consigliare nel salone di prova. Tutto dipende da scollatura e vestibilità che dovrai avere e, soprattutto, da quanto comoda preferisci essere il giorno del tuo matrimonio.

Abito da Sposa in macramè Napoli

Abito da sposa in maramè Napoli

  • Quali abiti indossare per la prova degli abiti da sposa

Eviterei la gonna con il pannello laterale, che gira intorno alla vita e sale su per il busto, per girare intorno al collo e scender giù sulla schiena, ritornare in vita, fare due giri e finire annodata lateralmente…  🙂

Non vorrai mica passare la giornata a spogliarti e rivestirti?

Scherzo chiaramente, ma di vero c’è che devi esser comoda.

Potresti tranquillamente optare per un vestito o pantaloni e maglione. Semplici da infilare e sfilare. Collant chiari d’inverno e mai a rete, le maglie si vedono sotto gli abiti.

Il calzino è assolutamente permesso! Anzi se indossi gli stivali è d’obbligo.

Si a qualsiasi colore.

Si  a qualsiasi cosa ti faccia sentire bene.

Assolutamente si a tutto quello che vuoi, per noi non cambia nulla, l’importante è solo che tu ti senta a tuo agio.

No a mille braccialetti e collane, a cavigliere e piercing all’ombelico. Dovresti toglierli perché possono tirare i fili ai tessuti degli abiti, oltre a non essere adatti alla mise. Dei punti luce alle orecchie ed al collo possono essere perfetti e darti già l’immagine finale di come staranno sul tuo abito da sposa, se pensi che li indosserai nel giorno delle nozze.

Spero di esserti stata utile.

A presto con un altro post <3

Elena Barba

 

 

 

Elena Barba